A questo punto d’accordo con il non-governo

imagesIl M5S aveva la possibilità di consentire la nascita di un governo di cambiamento. D’altronde gli italiani lo avevano dichiarato con il voto del 24-25 febbraio. Con il senno di poi l’esito delle ultime elezioni può essere letto così: “noi italiani vogliamo un governo a guida PD ma sotto stretta sorveglianza dei mastini del 5stelle”. Bersani lo ha capito, ha capito il messaggio dell’elettorato italiano e ha provato a far nascere il governo scelto il 24-25 febbraio: un governo di cambiamento radicale controllato a vista dai cittadini. Continua a leggere

Chi ha tradito chi?

adf1af075e_6336466_lrgIeri, come è noto, è stato eletto Piero Grasso Presidente del Senato. Piero Grasso avrebbe ottenuto anche 12 voti da parte di altrettanti senatori del M5S che avrebbero disobbedito agli ordini di votare scheda nulla o bianca. I giornalai hanno subito detto che il M5S si è spaccato sull’elezione del Presidente del Senato, mentre Grillo ha subito gridato al tradimento invitando i traditori a dimettersi. Ma chi ha tradito chi? Continua a leggere

Il Movimento democratico

0af7432a39069d6db4060df428c9f3b1-1937--330x185A sentire Grillo e Casaleggio il M5S è un movimento democratico, dove le decisioni vengono prese dalla base e non dal vertice (in quanto il vertice non esiste).

Swg garantisce che il 66% dei grillini vuole che il M5S dia la fiducia al governo Bersani per poi decidere di volta in volta, legge per legge. Anche leggendo i post sul sito di Beppe Grillo la maggior parte dei commenti è orientata in questo senso: fiducia al csx. Grillo e Casaleggio, che sono molto democratici (a quanto pare solo a parole) non tengono conto di ciò che dice la loro base e, anzi, sostengono che mai e poi mai daranno la fiducia a Gargamella….  Continua a leggere