L’Italia: il Paese dove nessuno si dimette.

Caso Ablyazov

download (1)

Che gran figura di merda sul provvedimento di espulsione di Alma Shalabayeva e di sua figlia Alu!

Davvero il ministro Alfano non sapeva della ‘rendition’ che ha riportato in Kazakistan Alma Shalabayeva e sua figlia Alua? Le ricostruzioni di queste ore sembrano mettere in dubbio la tesi di un Alfano all’oscuro di tutto. Che fosse immediatamente prima, o immediatamente dopo il “rapimento”, il ministro dell’Interno qualcosa deve avere saputo, ma non ha agito fino allo scorso venerdì, quando insieme ai colleghi Cancellieri e Bonino e al premier Letta è stato deciso di revocare il decreto di espulsione. Troppo tardi, come è noto, visto che la moglie del dissidente kazako si trova oggi in patria, sottoposta ad obbligo di dimora.

In un Paese normale il ministro degli Interni si sarebbe già dimesso. E con lui anche il Presidente del Consiglio. Ma noi non viviamo in un Paese normale, qui siamo in Italia…..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...