Il praticantato 

Se fai la praticantato presso lo studio di un avvocato condannato per corruzione non vuol dire che sei un delinquente.

Se però, da eletto, compi degli atti poco chiari e ricevi un avviso di garanzia per abuso d’ufficio e falso in atto pubblico ci viene il sospetto che tu, durante il tuo praticantato, abbia imparato “bene”…

Non sono tutti uguali

C’è chi ha preso le casse del Comune come un bancomat. Io ti aumento lo stipendio pubblico per 70 mila euro e tu me ne restituisci 33000 sotto forma di polizza . Insomma, prelevo dalle casse del Comune e facciamo metà ciascuno.

A seguire questa storia sembrerebbe che siano tutti uguali i politici. Soprattutto perché a macchiarsi di questa ruberia sono stati i paladini dell’onestà. I religiosi dell’onestà.  

Quando fanno così mi sembrano quei preti che a sentirli predicare sembrano dei santi e poi scopri che sono pedofili. Stessa storia.

Verrebbe da pensare che non c’è nulla da fare. Chi si mette in politica diventa ladro o corrotto. 

Ma non è così, non sono tutti uguali. Dobbiamo però partire da un presupposto che non possiamo ignorare: i ladri vanno dove c’è da rubare, i corrotti ed i corruttori vanno dove c’è il potere. Non sempre però riescono a rubare o a corrompere. L’impegno delle istituzioni e dei cittadini deve essere quello di isolare e condannare i ladri ed i corrotti. E capire che non basta il bollino di comico o di qualche click sul blog per certificare l’onestà. 

La politica deve riappropriarsi del suo lato più bello: le proposte per migliorare e per risolvere i problemi . Il problema vero è che chi è povero di contenuti, chi non ha idee, chi è incompetente cerca di conquistare il consenso gridando “al ladro, al ladro”. E poi scoprire che egli stesso è un ladro .

Quindi fuori i ladri ed i corrotti da ogni partito o movimento eavviamo un confronto serio suo contenuti. Sempre che ci siano . 

La separazione dei poteri in uno stato di diritto che non c’è

Il fine vita (caso Englaro), Stamina, la fecondazione eterologa ed ora l’adozione di una bimba da parte di una coppia omosessuale (stepchild adoption).

Pur plaudendo alle decisioni della Magistratura non posso non essere preoccupato per questa assenza dello stato di diritto in Italia.

La separazione dei poteri è uno dei principi fondamentali dello stato di diritto. I 3 poteri (esecutivo, legislativo, giudiziario) devono essere esercitati da 3 organi distinti. In Italia il potere esecutivo spetta al Governo, il potere legislativo spetta al Parlamento, mentre alla Magistratura, indipendente dall’esecutivo e dal potere legislativo, spetta invece il potere giudiziario.

Invece da troppi anni in Italia il Parlamento è stato svuotato del suo potere. Ed il potere legislativo viene esercitato principalmente dal Governo (ormai l’unica funzione del Parlamento è quella di approvare leggi e decreti presentati dal Governo). Dove neanche  il Governo interviene a legiferare (fine vita, fecondazione eterologa, ecc.) ecco che si insinua la Magistratura tentando con le sue sentenze di sopperire a questa grave inoperosità del Parlamento.

Pur avendo la massima fiducia nel Governo Renzi e nella Magistratura credo che per il bene dell’Italia sia fondamentale che il Parlamento si riappropri del suo ruolo e del suo potere. Affinché ciò accada è necessario che il Governo, le maggioranze (perché ce ne sono più di una…) e le opposizioni facciano tutte un passo indietro restituendo al Parlamento la propria funzione.

 

L’8 giugno riprendiamoci Mogliano!

Le elezioni amministrative del 25 maggio ci hanno dato un grande risultato. La coalizione di centrosinistra è risultata di gran lunga la più votata a Mogliano con oltre il 38% delle preferenze.

L’8 giugno ci sarà il ballottaggio a Mogliano Veneto tra Carola Arena ed il sindaco uscente. Andiamo in massa a votare per il cambiamento: votiamo Carola Arena.

Approfitto di questo invito al voto per ringraziare tutti i moglianesi che mi hanno votato il 25 maggio. Le 23 preferenze ricevute mi inorgogliscono ma non sono sufficienti per poter essere eletto consigliere. Grazie di cuore a tutti ed un grosso in bocca al lupo a tutti i consiglieri eletti.

Diffidate dalle imitazioni

Il 25 maggio @MoglianoVeneto vota Costandino DE SANDOLICon Matteo Renzi e Carola Arena Mogliano #cambiaverso. Credo che il Partito Democratico, il suo segretario e Presidente del Consiglio Matteo Renzi ed il nostro candidato sindaco Carola Arena siano gli interpreti adatti per realizzare il cambiamento di cui il nostro Paese e la nostra città hanno assoluto bisogno.  Il 25 maggio scegli il PD, vota Carola Arena Sindaco. Insieme per costruire la Mogliano di tutti. Per il consiglio comunale vota Costandino DE SANDOLI

Noi non andremo in tv….

Noi non andremo in TV, noi la occuperemo… La TV è morta da un pezzo, gli unici a non saperlo sono quelli che ci vanno” disse l’uomo che lunedì andrà da Bruno Vespa a Porta a Porta.

E disse, ancora, “chi partecipa ai talk show deve sapere che d’ora in poi farà una scelta di campo“.

Quindi, sicuramente, poiché lui è coerente, andrà da Vespa per annunciare il suo abbandono al movimento…

Quei 5 minuti di applausi sono un’interminabile raffica di pugni nello stomaco

La standing ovation dei delegati del sindacato di polizia SAP al congresso di Rimini in favore dei condannati in via definitiva per la morte del giovane Federico Aldrovandi fa male. Fa male a chiunque si fermi un secondo a pensare quanto possa essere doloroso e ingiusto morire di percosse a 18 anni. 5’ da dimenticare.

#vialadivisa ai 4 agenti rei di questo abominevole omicidio.